28-30-2020

Business Coach: chi è, cosa fa e come può aiutare chi gestisce un poliambulatorio

Dopo aver introdotto la figura del Chief Happiness Officer, oggi parliamo di coaching. Il Business Coach è un consulente che utilizza la metodologia del coaching per guidarci nel percorso migliore per acquisire consapevolezza di chi siamo e di cosa vogliamo. Lo scopo è quello di aiutare a chiarire o accelerare dei processi e definire un programma finalizzato al raggiungimento di obiettivi e risultati. 

Il Business Coach può aiutare diverse realtà ed organizzazioni, come un'azienda o un poliambulatorio, a rendere più efficiente il lavoro e a motivare con più efficacia lo staff.

Come lavora il Business Coach

Lo scopo di un percorso di coaching è di aiutare la persona a raggiungere due obiettivi: consapevolezza e commitment (impegno). Se sei un un professionista che vuole aprire la propria attività, che sia uno studio medico o un poliambulatorio, il coaching ti aiuta a chiarire cosa vuoi davvero e a trovare il tuo modo personale per arrivarci, attraverso modalità che rispettino la tua personalità, i tuoi tempi, la tua situazione attuale e l’ambiente che ti circonda.

Perché funzioni, si deve instaurare una relazione di fiducia reciproca tra coach e coachee e devi essere pronto ad impegnarti, in prima persona e con azioni concrete, nel raggiungimento del tuo risultato.

Questo tipo di rapporto è importante soprattutto se non sai esattamente dove ti trovi e quali sono le tue risorse a disposizione. Soltanto condividendo la tua esperienza con il Coach potrai individuare un percorso funzionale per arrivare all’obiettivo prescelto.

Il coach ti sprona a raccontarti e a metterti in gioco, ad esplorare ogni possibilità e riesce ad approfondire anche aspetti meno tangibili di cui forse non sei consapevole, come le abitudini comportamentali, le convinzioni limitanti, i valori di riferimento. In questo modo scoverai idee che verranno approfondite per elaborare una strategia o un piano di azione funzionale al raggiungimento dell’obiettivo. Una volta raggiunta la consapevolezza di dove si è e dove si vuole arrivare, inizia la fase del commitment vero e proprio, dove il coach può rivelarsi un attivo sostenitore che ti pungola e ti sprona, oppure un confidente a cui riferire i tuoi progressi e a cui chiedere supporto per piccoli aggiustamenti.

Perché iniziare un percorso di coaching all’interno di un poliambulatorio o studio medico

I poliambulatori sono attività che possono trarre beneficio dal supporto di un Business Coach. Perché dà un punto di vista esterno e neutrale rispetto a chi fa parte del poliambulatorio e può far emergere dubbi e preoccupazioni, elementi critici, procedure inutili, che allungano i tempi di attesa dei clienti o aumentano il carico di lavoro dello staff.

Ricorrere ad un coach può aiutarti nel definire processi e procedure per migliorare la produttività, delegare alcune mansioni o introdurre innovazioni come, per esempio, l’uso di software gestionali per la gestione di alcune attività. In un ambiente di lavoro in cui ci sono molti dipendenti, il coach può aiutare a migliorare la comunicazione interna attraverso la formazione e consulenze personalizzate ed evitare conflitti tra i membri dello staff ed episodi di burnout.

Come scegliere la persona giusta per la tua attività

Il motivo per cui il coaching funziona è perché permette alle persone di vedere le cose da un punto di vista diverso dal solito, di uscire dagli schemi. Ma questo è possibile solo se chi lo fa è una persona di fiducia. 

Il Business Coach sarà un alleato e un confidente che potrebbe seguire per molto tempo te e il tuo business, è importante quindi capire che persona hai di fronte, dal modo in cui si pone e da come comunica.

Facendo attenzione anche alle qualifiche che ha ottenuto, per scegliere un professionista che abbia conseguito i titoli necessari e sia iscritto alle associazioni di riferimento per coach professionisti, che monitorano il comportamento dei coach per assicurarsi che sia sempre professionale ed etico.